Anche quest’anno ho accolto con piacere l’invito della sezione Combattenti e reduci di Ponte Valleceppi a partecipare alle celebrazioni della Festa delle Forze Armate e dell’Unità d’Italia. Una piazza piena di gente, gli alunni della scuola primaria che hanno recitato bellissime poesie e la testimonianza di un reduce di 93 anni che, con la voce rotta dall’emozione, ha chiesto ai giovani di non dimenticare e di lavorare sempre per la pace. Una bella comunità, vivace e attenta alle cose improntanti, perché i valori della patria, della pace e della libertà non sono affatto scontati e vanno riempiti di significato ogni giorno, oggi più che mai.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi