Parigi 1889 – congresso della Seconda Internazionale. “Una grande manifestazione sarà organizzata per una data stabilita, in modo che simultaneamente in tutti i paesi e in tutte le città, nello stesso giorno, i lavoratori chiederanno alle pubbliche autorità di ridurre per legge la giornata lavorativa a otto ore e di mandare ad effetto le altre risoluzioni del Congresso di Parigi”.

Così decretò l’organo di coordinamento internazionale tra tutti i sindacati e i partiti socialisti e la scelta ricadde sul primo maggio perché tre anni prima, nel 1886, a Chicago, una manifestazione di operai, che protestavano contro i licenziamenti, fu repressa violentemente. In Italia la festività fu ratificata nel 1891 e solo nel 1919 i lavoratori poterono celebrare la conquista delle otto ore lavorative .

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi